Come creare, scrivere, pubblicare Newsletter Linkedin efficaci

 

Come utilizzare e creare la newsletter Linkedin

 

  1. Con quale post o contenuto Linkedin ottengo più visualizzazioni?
  2. Quali post funzionano meglio su Linkedin?

Sono 2 domande apparentemente simili ma in realtà molto diverse.

La prima domanda rivela un’esigenza di visibilità.

La seconda punta all’efficacia ossia a sapere quale post ottiene più facilmente un risultato.

In definitiva dovresti chiederti: <<Con quale contenuto Linkedin posso ottenere di più?>>.

Nell’articolo che stai per leggere innanzitutto ti parlerò di concetti essenziali di inbound marketing e di content strategy su Linkedin, ma soprattutto di uno dei contenuti Linkedin migliori anche se ancora poco conosciuto e molto sottovalutato nelle sue potenzialità.

Questo articolo ti spiegherà come funziona la Newsletter Linkedin e i vantaggi nell’inserire questo contenuto nella tua Linkedin Content Strategy.


Sommario

Cosa significa scrivere contenuti efficaci su Linkedin

In generale un contenuto è efficace quando pubblicandolo ottieni un risultato concreto.

Immagine di pubblicare un post Linkedin e di ottenere

  • molte richieste di collegamento o nuovi follower
  • interazioni e visualizzazioni superiori alla media degli altri tuoi post
  • richieste di call o servizi

sono risultati tangibili dell’efficacia del tuo post, alcuni sono più concreti e interessanti di altri: concordi con me che ottenere richieste di call o di servizi è ciò che tutti desiderano ottenere a seguito dei propri contenuti.

Cosa si intende per Conversione su Linkedin

Hai mai pensato che un contenuto possa essere molto efficace anche se ottiene meno visualizzazioni nella Home di Linkedin?

Nel Digital Marketing parliamo di conversione quando le persone fanno un passo verso di te, dimostrando un interesse concreto verso un tuo prodotto / servizio, non necessariamente parliamo di acquisto, potrebbe essere il click per porta da un post ad una landing page per scaricare un ebook, per iscriversi alla tua newsletter, per fissare una call.

Un contenuto efficace su Linkedin ha come conseguenza ha un tasso di conversione elevato.

Cosa significa scrivere post Linkedin efficaci

Vedere la persona dietro l’utente Linkedin è fondamentale per identificarne problemi e bisogni e di conseguenza saper scrivere contenuti più efficaci.

Un contenuto è efficace quando entra in relazione con il lettore che si riconosce in ciò che quel contenuto spiega o racconta e istintivamente è portato ad interagire mediante un consiglia il post, un commento o una diffusione.

Il post che ottiene richieste concrete di collegamento, di call, di servizi ne evidenzia l’efficacia.

Quanto conta ottenere molte visualizzazioni dei post su Linkedin

Qual è l’obiettivo di un tuo post su Linkedin? Cosa desideri ottenere quando pubblichi un post su Linkedin?

Molti pensano erroneamente che lo scopo della loro presenza sui social sia la visibilità.

La visibilità non deve mai essere il tuo obiettivo ma è uno strumento attraverso cui raggiungi il tuo obiettivo.

La conversione è il tuo obiettivo.

La conversione online.

Online parliamo di conversione ogni volta che un (potenziale) cliente compie un passo avvicinandosi a te.

Ci sono vari step nella conversione.

Il prospect, il potenziale cliente che ti vede online, raramente acquista da te dopo aver visto qualche tuo post soprattutto se il tuo è un business B2B.

Prima di arrivare all’acquisto le persone compiono una serie di passi che completano step diversi di un processo noto come buyer’s journey.

Buyer’s journey, il viaggio del cliente da un contenuto all’acquisto

Il cliente è in viaggio, verso di te.

Nell’inbound marketing il viaggio del cliente, il buyer’s journey ha almeno 3 fasi:

  1. awareness
  2. consideration
  3. decision

Il primo step del suo viaggio è la fase di conoscenza (awareness), in questa fase ti vede e ti conosce per la prima volta.

Qui ottieni la tanto ambita visibilità.

Il secondo step è rappresentato dal prenderti in considerazione (consideration), è la fase in cui inizia a valutare di rivolgersi a te, è un momento importante perché proprio in questa fase può sceglierti oppure si guarderà intorno per vedere cosa offre il mercato e incontra / conosce i tuoi competitor.

In questa fase il cliente in viaggio inizia la sua conversione, legge i tuoi contenuti, scarica ebook, guide o altre risorse gratuite.

L’ultimo step è quello in cui il prospect decide (decision) e ti contatta.

Cosa ottieni con più visualizzazioni su Linkedin?

Per aiutarti a comprendere meglio come valutare l’efficacia di un contenuto su Linkedin ho dovuto prima spiegarti alcuni concetti di base dell’inbound marketing.

Ora hai compreso che quando mi chiedi quali post Linkedin ottengono più visualizzazioni (impressions) ti stai concentrando su un obiettivo intermedio: la visibilità.

Il tuo prospect si trova, con molta probabilità, nella prima o nella seconda fase del suo viaggio.

Un elevato numero di impressions ti aiuta a raggiungere più persone su Linkedin ma non è detto che di conseguenza tu raggiunga un numero di conversioni direttamente proporzionali.

Quale post Linkedin ottiene più visualizzazioni?

Se mi chiedi con quale contenuto Linkedin puoi ottenere di più perché ha un maggiore potenziale di conversione, questa domanda (come ti ho già detto ad inizio articolo) ottiene una risposta totalmente diversa.

Se parliamo di contenuti che ad oggi ottengono molte impressions posso proporti di

  • creare dei sondaggi semplici e molto diretti che portino le persone ad un voto immediato, d’impulso
  • oppure crea caroselli .pdf su un tema davvero interessante per la tua buyer persona
  • oppure un carosello di immagini quando vuoi raccontare un evento, un’esperienza
  • in alternativa pubblica post solo testo, che in meno di 3.000 caratteri raccontino una case-study che incuriosisca.

Quale lunghezza ideale per un post Linkedin?

Ti consiglio vivamente di restare al di sotto dei 2.000 caratteri per i post solo testo e di non esagerare con testi troppo lunghi, rischi che non vengano letti perché percepiti a colpo d’occhio come troppo lunghi.

L’algoritmo potrebbe persino privilegiare i post con 1.300 / 1.500 caratteri rispetto a post più lunghi, e considera che i post di solo testo devono trattare un argomento davvero interessante per colpire l’attenzione senza il supporto di un’immagine che induca a soffermarsi chi scorre il feed Linkedin e devi essere capace di catturare il lettore in sole 3 righe di incipit, creando interesse e curiosità.

Sono post molto difficili, se consideri l’obiettivo che ti poni: arrivare a molte persone e ottenere conversione.

Cosa rende più visibile un post Linkedin

Su Linkedin in generale ottiene più visibilità ogni contenuto che porta le persone a soffermarsi sul post,

  • per votare (come nel sondaggio),
  • per sfogliare le slide (come nel carosello .pdf) oppure
  • per vedere tutte le foto di un carosello di immagini
  • a leggere attentamente (come il post solo testo)

Anche le infografiche si rivelano un ottimo contenuto perché le persone si soffermano sull’immagine a lungo, a volte la ingrandiscono, per capire cosa desideri spiegare alternando testo, icone e simboli grafici.

Quale post Linkedin ha un maggior potenziale di conversione?

Tra tutti i formati di contenuti che puoi pubblicare su Linkedin ce n’è uno che ha un potenziale maggiore sia in termini di elevata visibilità sia in termini di conversione. 

Sto parlando della Newsletter Linkedin.

La newsletter può raggiungere un elevato tasso di apertura / lettura e di conseguenza puoi posizionare all’interno link cliccabili per portare il lettore al tuo sito, indurlo a scaricare una risorsa oppure lasciare i tuoi contatti per fissare una call.


Cos’è la Newsletter Linkedin

Con il termine Newsletter su Linkedin si intende un particolare tipo di articolo lungo che a differenza degli articoli Linkedin tradizionali ha una modalità di iscrizione simile a quella delle Newsletter.

Gli utenti iscritti ad una Newsletter ricevono notifica specifica ad ogni nuova pubblicazione e ne ricevono aggiornamento via mail.


Chi può pubblicare Newsletter Linkedin

La Newsletter può essere pubblicata sia dai profili sia dalle pagine Linkedin, è un contenuto lungo molto simile all’articolo Linkedin dal quale si distingue solo per la differente modalità di diffusione.

Inizialmente, quando Linkedin ha introdotto la Newsletter tra i propri formati, non tutti avevano la possibilità di pubblicarla in quanto occorreva 

  1. avere un profilo Content Creator oppure
  2. essere tra i pochi fortunati con un aggiornamento sul profilo che permetteva loro la pubblicazione di Newsletter, pur non essendo Content Creator oppure
  3. utilizzare le pagine Linkedin per creare Newsletter.

Oggi tutti possono creare una Newsletter su Linkedin purché abbiamo pubblicato di recente contenuti su Linkedin, abbiamo almeno 150 follower e rispettino le condizioni di utilizzo del social.


Come si crea una Newsletter Linkedin.

Prima di pubblicare la Newsletter Linkedin occorre creare l’interfaccia di gestione Newsletter.

Se desideri creare la tua Newsletter su Linkedin è sufficiente cliccare su “Scrivi un articolo” nel riquadro in alto nella Home dove pubblichi qualsiasi nuovo post.

Accedi così all’editor degli articoli Linkedin.

A questo punto sei nella modalità scrittura articolo, cliccando in alto nell’editor trovi l’opzione “Gestisci” e nel menù a tendina trovi “Crea una Newsletter”.

 Potrai così creare l’interfaccia della tua newsletter indicando

  • nome/titolo della Newsletter (30 caratteri)
  • logo (300×300 px)
  • breve descrizione (120 caratteri)
  • frequenza di pubblicazione (ogni giorno, settimanale, bisettimanale, mensile)

Una volta creata l’interfaccia puoi procedere a scrivere la tua Newsletter e pubblicare la prima edizione.

Ogni profilo o pagina può creare sino a 5 Newsletter.

Newletter Linkedin come si crea

Come pubblicare le Newsletter Linkedin

La Newsletter viene scritta come un qualsiasi articolo Linkedin, successivamente clicca in alto sul pulsante AVANTI per scrivere il post con cui la Newsletter viene pubblicata nella Home di Linkedin.

Attenzione, ad ogni nuova edizione verifica in alto a sx, di essere nella modalità Newsletter e che la pubblicazione avvenga correttamente dal tuo profilo oppure da una delle pagine di cui sei amministratore.

L’interfaccia di scrittura articolo è la medesima per pagine e profili, articoli singoli e newsletter.

Newsletter Linkedin come si pubblica

Come programmare la Newsletter Linkedin

Puoi programmare la pubblicazione delle Newsletter Linkedin internamente al social.

Sarà sufficiente cliccare su programma per dopo, in fase di pubblicazione del post che accompagna la Newsletter, per decidere il giorno e orario in cui vuoi effettuare la pubblicazione della Newsletter e del relativo post.

Salvataggio automatico delle Newsletter Linkedin  

Le newsletter, al pari degli articoli Linkedin, hanno l’impostazione di Salvataggio automatico.

Puoi sempre recuperare le Newsletter dalle bozze che trovi nel Menù GESTISCI all’interno dell’editor.

Dove trovare bozze e Newsletter programmate

Cliccando BOZZE troverai anche le Newsletter programmate e pubblicate.


Come invitare i follower a seguire la Newsletter

Al momento della pubblicazione della tua prima Newsletter tutti i tuoi follower riceveranno l’invito a seguirla senza che tu debba fare nulla.

Anche successivamente al primo invio non esiste un modo manuale per effettuare l’invito a iscriversi alla Newsletter.

Ricordo che ottenni ben 100 follower alla mia Newsletter StrategicaMente Linkedin nel primo minuto successivo alla pubblicazione della prima edizione.

Nelle prime ore il 20% del mio Network accettò di seguire la Newsletter e ad oggi il 37% dei miei follower totali segue la Newsletter.

Questo dato è per me molto positivo oltre che indicativo del grado di fidelizzazione del mio Network.

Come aumentare i follower della Newsletter

Dopo la prima pubblicazione della tua Newsletter, ogni tuo nuovo collegamento o follower riceverà l’invito a seguire la Newsletter nel momento stesso in cui diventa tuo follower.

Qual è il momento più ingaggiante per chi ti segue? il primo momento, quello in cui decide che i tuoi contenuti sono interessanti, proprio in quel momento viene automaticamente invitato a iscriversi alla tua Newsletter Linkedin.

Ti ricordo che la Newsletter è un contenuto impegnativo. Decidere di iscriversi non è da tutti.

Ecco perché posso affermare che la % di follower della Newsletter dà ottime indicazioni sul livello di engagement del tuo Network su Linkedin.


Chi vede le Newsletter Linkedin dopo la pubblicazione

Ogni volta che pubblichi una Newsletter, a partire dalla sua prima pubblicazione, 

  1. viene inviata via mail ai tuoi follower, utilizzando l’account principale con cui accedono a Linkedin
  2. viene notificata la pubblicazione nella sezione notifiche di Linkedin
  3. viene visualizzata mediante un post nella Home di Linkedin dei tuoi follower, in base alle regole dell’Algoritmo Linkedin
  4. viene indicizzata su Google che la propone tra i risultati del motore di ricerca, in base agli intenti di ricerca degli utenti.

Ricorda che ogni tuo nuovo follower (o quello della tua pagina Linkedin) riceve subito l’invito a seguire la tua Newsletter.

Pertanto gli iscritti alla tua Newsletter sono destinati ad aumentare col passare dei giorni e successivamente alla prima pubblicazione.

Nessun contenuto pubblicato su Linkedin ha così tanti punti di contatto e accesso al tuo network!

Quali i vantaggi per chi pubblica le Newsletter su Linkedin

Considera che la Newsletter è un contenuto lungo, al pari di ogni articolo Linkedin, puoi inserire all’interno

  • Immagini
  • Video
  • Link esterni, sia sotto forma di parole clickabili, sia come articolo incroporato
  • Slide .pdf sfogliabili, se inserite in appositi siti di presentazioni (es. Slideshare)
  • Citazioni

con cui guidare il tuo network nel suo buyer’s journey.

Ricorda sempre che il tuo (potenziale) cliente è in viaggio, a te spetta il compito di farlo viaggiare verso di te!


Quali sono i formati migliori da pubblicare su Linkedin

La Newsletter è tra i migliori formati che puoi utilizzare nel tuo piano editoriale sia il miglior contenuto su Linkedin

Perché grazie alle varie tipologie di contenuti complementari sopra indicati puoi condurre meglio il lettore nella direzione che desideri.

Ad esempio

  • puoi inserire il link ad una Landing page per scaricare una risorsa
  • puoi inserire un video tutorial
  • puoi mostrare delle slide sfogliabili

puoi così utilizzare la Newsletter per fornire al lettore ulteriori contenuti per avvicinarlo a te sempre di più sino alla conversione vera, ossia la richiesta di una call per approfondire i tuoi prodotti / servizi oppure l’acquisto diretto sul tuo sito.

Quali i vantaggi per chi si iscrive ad una Newsletter Linkedin

Ogni tuo follower, iscrivendosi alla tua Newsletter, può ricevere avviso via mail o nella sezione notifiche e non occorre che si registri in un alcun modo lasciandoti la sua mail.

Questo può rappresentare per lui o lei un (apparente) vantaggio perché non si impegna regalandoti i propri dati.

In realtà tu utilizzi la sua mail di registrazione a Linkedin senza che lui te l’abbia espressamente indicata e senza che tu la conosca.

Paradossalmente potrebbe averne oscurata la visualizzazione nella sezione Informazioni di contatto ma avendo accettato di seguire la tua Newsletter ne riceverà copia nella sua casella di posta!


Dove trovi le Newsletter pubblicate su Linkedin

La Newsletter, una volta pubblicata, restano nei contenuti in evidenza del profilo, nella sezione Post e Attività / Newsletter, nella schermata di visualizzazione del motore di ricerca Linkedin.

Le Newsletter delle Pagine Linkedin si trovano al fondo della Home.

Il vero potenziale delle Newsletter Linkedin

A mio parere, la maggior parte degli utilizzatori di Linkedin, compresi i Content Creator e le aziende, non hanno compreso il potenziale nascosto nella molteplicità di diffusioni che ha la Newsletter Linkedin.

La prova l’ho avuta anche con un sondaggio pubblicato a giugno 2023 in cui chiedevo

Con quale Contenuto Linkedin ottieni di più (secondo te)?

Come puoi ben vedere la maggior parte ha votato a favore del Carosello .pdf e a seguire hanno votato preferendo i Video.

La Newsletter è all’ultimo posto, probabilmente vista come un di più, come un contenuto di nicchia, un contenuto difficile, impegnativo o su cui non è interessante puntare.

Chissà cosa pensa, dopo aver letto questo articolo, chi ha sino ad ora snobbato le Newsletter su Linkedin?

Pubblicare una Newsletter su Linkedin offre la possibilità di accerchiare i tuoi lead, proprio quelli trovati su Linkedin e che hai portato nel tuo Network, mettendoli nella miglior condizione per leggere un tuo contenuto di valore all’interno della Newsletter.


Gli analytics delle Newsletter Linkedin, come verificarne i risultati

Aprendo gli Analytics di una Newsletter Linkedin pubblicata da poche ore avrai una piacevole sorpresa.

I dati relativi al numero di aperture / letture della Newsletter  nelle prime ore dalla pubblicazione sono sempre superiori al numero di Impressions del post con cui la Newsletter è stata pubblicata.

Grazie ai molteplici canali di invio che ti ho elencato in questo articolo, la Newsletter non beneficia della sola visibilità (organica ossia senza sponsorizzazioni) offerta dall’algoritmo di Linkedin.

Moltissimi follower apriranno la tua Newsletter grazie alla ricezione via mail o grazie alla notifica Linkedin senza necessariamente vederla nella loro Home.

Altre persone accedono alla tua Newsletter direttamente cercando su Google le Keyword in essa contenute, beneficiando dell’ottima visibilità che la Newsletter Linkedin ha su Google al pari di ogni articolo Linkedin.

Ecco perché la Newsletter è un ottimo contenuto, ottiene tassi di apertura elevati nonostante il numero di Impressions non sia mediamente superiore a quello di altri post con articoli al loro interno.

Ti consiglio di sfruttare sin d’ora il vantaggio legato al numero elevato di aperture che la Newsletter Linkedin riesce ad ottenere rispetto a qualsiasi altro articolo pubblicato o condiviso su Linkedin.

Newsletter Linkedin e Google

Google ama Linkedin! Questa frase la pronuncio ormai da anni.

Ogni sito riceve da Google un punteggio definito Domain Autority, un vero e proprio voto in base al quale un articolo si posiziona meglio di altri proprio alla luce della maggior autorevolezza che il sito di pubblicazione ha agli occhi di Google.

Sai qual è la Domain Autority di Linkedin? Misurandola su Moz, l’apposito sito di monitoraggio DA, oscilla tra 98 e 100 / 100, il massimo!

Questo fa sì che un Articolo o una Newsletter pubblicati su Linkedin ottengano un posizionamento migliore su Google rispetto ad articoli sul medesimo tema pubblicati su altri siti.

Come ottenere un ottimo posizionamento su Google della Newsletter Linkedin

Se hai competenza SEO grazie alla Domain Autority di Linkedin, puoi posizionarti tra i primi risultati di Google, e non è cosa da poco.

Guarda la mia Newsletter sulla Spunta Blu per i profili Linkedin verificati, dove si trova?

Se provi a cercare su Google la trovi in vetta ai risultati del Motore di ricerca.

Linkedin mette a disposizione la possibilità di inserire Tag Title e Meta Description per i creator che pubblicano Newsletter, per settarli accedi al Menù di gestione Newsletter in fase di scrittura e scegli l’opzione Impostazioni SEO.

Posizionamento in SERP della Newsletter Linkedin

Le Best Practice per la tua Newsletter Linkedin.

Utilizza la Newsletter come punto di accesso al tuo sito!

Un contenuto in Home page di Google deve essere sfruttato al meglio.

Ti consiglio 2 mosse strategiche

  1. inserisci una tua bio al fondo della tua Newsletter, se ti trovano da Google non perdere l’occasione di far sapere subito chi sei
  2. inserisci nella bio, ma anche in altri punti della Newsletter, utili link al tuo sito.

Ti consiglio di sfruttare il potenziale della Newsletter per portare traffico al tuo sito, ad una Landing page, ad un form di contatto.

Come scegliere il nome della tua Newsletter Linkedin

Scegli per la tua Newsletter un nome originale ma anche parlante.

Alla prima pubblicazione i tuoi follower saranno invitati a iscriversi alla tua Newsletter, deve pertanto essere chiaro di cosa intendi parlare affinché si iscrivano subito.

Cosa scrivere nella descrizione della Newsletter Linkedin

Ti consiglio di sintetizzare con poche e chiare parole il perché della tua Newsletter, per chi la scrivi e quale elemento la contraddistingue.

In una marea di inviti a seguire pagine, newsletter ed eventi, occorre un forte elemento differenziante affinché i tuoi follower decidano di iscriversi.

Cosa scrivere nella Newsletter Linkedin

Hai compreso che la Newsletter è un contenuto notevole su Linkedin con un grande potenziale per il tuo Personal Branding su Linkedin.

Puoi utilizzare le Newsletter per pubblicare articoli, ben studiati dal punto di vista SEO, che ben rispondono ad intenti di ricerca su Google e sfruttarne l’invio mediante mail e notifica ai follower per amplificarne la diffusione.

Puoi creare Newsletter, soprattutto dalle pagine Linkedin, che siano dei veri Magazine di cosa è successo in azienda e delle novità future.

Alcuni decidono di utilizzare la Newsletter Linkedin per duplicare la Newsletter del blog e raggiungere così un pubblico più vasto.

Quante Newsletter puoi creare su Linkedin?

Ti ricordo che puoi, a seconda dell’obiettivo e del contenuto che intendi veicolare con la Newsletter, creare sino ad un massimo di 5 Newsletter oppure avere una sola Newsletter da utilizzare alternativamente come strumento di pubblicazione di nuovi articoli con link interni al tuo blog, oppure come strumento per riepilogare le tue attività e novità, quindi come strumento di branding o ancora per portare nuovi iscritti alla Newsletter del tuo sito.

Come scegliere le immagini di copertina delle Newsletter.

Molti scelgono di utilizzare sempre la stessa immagine della Newsletter, altri mettono immagini diverse ad ogni edizione.

Ti consiglio di puntare sulla riconoscibilità dei colori e dello stile delle immagini di copertina delle tue Newsletter ma di creare immagini diverse evidenziando che si tratta di edizioni differenti.

Utilizza l’immagine per creare un punto di attenzione, gioca contemporaneamente sul

  • titolo della newsletter
  • e sul tema descritto nell’immagine di copertina,
  • fa che si completino reciprocamente, incuriosendo e rivelando il tema trattato.


Corsi e Consulenza Linkedin Content Strategy

Se desideri potenziare la tua LinkedIn Content Strategy, posso offrirti consulenza e formazione mirata per la tua azienda, formando il team Marketing e Comunicazione alla creazione del Piano editoriale ottimizzando le pubblicazioni su Linkedin, orientando il team alla comunicazione strategica focalizzata sugli obiettivi Linkedin siano essi di Social Selling o di Employer Branding.

Una comunicazione vincente su Linkedin può essere la base di partenza per un piano dei contenuti multichannel che coinvolga altri social ma anche blog e newsletter.

Anche ai professionisti oggi è richiesta idonea preparazione e competenze in tema di comunicazione strategica, studio per questo percorsi di formazione ai contenuti personalizzati anche per professionisti.

Contattami per:

  • Sviluppare un progetto aziendale personalizzato.
  • Organizzare un programma di formazione su misura per te o il tuo team, migliorando così l’efficacia della tua strategia di marketing e comunicazione su LinkedIn.

CONTATTAMI HOME per formazione Linkedin aziendale e per corsi Linkedin per professionisti

 

Se desideri una formazione di gruppo, con altri professionisti, ti consiglio il percorso annuale di formazione su Linkedin online, che svolgo con Corsi e Webinar mensili attraverso il progetto formativo Accademia INesperti da me ideato.

Potrai accedere alla formula Academy 12 mesi, acquistando il pacchetto competo Corsi e Webinar oppure singoli corsi tematici, come il corso LIVE Linkedin Content Strategy o il Corso REGISTRATO sulla Newsletter Linkedin.

Corsi Linkedin e Sales Navigator online accademia inesperti